La tecnologia plenottica di Lytro arriverà presto anche nel cinema e potrebbe rivoluzionarlo completamente.

Lytro, che recentemente si è ritirata dal mercato consumer (dato il flop di Lyto Illum) ha appena annunciato una cinepresa capace di cambiare il punto di messa a fuoco e la profondità di campo in fase di post-produzione.stroller-5b9642125bb6e6a9283414feed48c5b8d
Si chiama Lytro Cinema ed è una videocamera professionale che potrebbe rivoluzionare il cinema grazie alla sua tecnologia plenottica che le consente di cattura immagini RAW da ben 755Mpixel e 300 FPS con 16 stop di gamma dinamica.
Bisogna chiarire che l’immagine in output non avrà 755Mpixel, ma molti meno. Infatti per questo tipo di videocamera il termine “Megapixel” è errato, bisognerebbe parlare di 755 “Megaray” (l’unità di misura usata dalla Lytro per i suoi prodotti) che serve a misurare i raggi di luce che riesce a catturare la videocamera.

Tutte le informazione che la Lytro Cinema registra non servono solo ad ottenere un’immagine di qualità, ma grazie a tantissime micro ottiche si riuscirà ad ottenere un’immagine volumetrica che andrà quindi oltre la normali immagini 2D. In questo modo in fase di post-produzione sarà possibile cambiare la messa a fuoco, la profondità di campo e addirittura la prospettiva. Inoltre ssrà possibile scontornare un soggetto senza bisogno di utilizzare un green screen perché la videocamera sarà in grado di capire a che distanza si trovano il soggetto e lo sfondo.

Screen_Shot_2016-04-11_at_11.51.40_AM.0

Le funzionalità di questa telecamera potranno quindi cambiare totalmente le carte in tavola nel mondo del cinema.
Per conoscere qualcosa in più su questa fantastica cinepresa dovremmo aspettare (ancora poco) fino al NAB quando la videocamera sarà presentata ufficialmente.
Per l’occasione verrà anche proiettato “Life” un cortometraggio girato con la Lytro Cinema e diretto da Robert Stromberg.

Lytro Cinema from Lytro on Vimeo.

Altri articoli

Lytro Cinema catturare immagini RAW da 755 Mpixel a 300 FPS.

|
About The Author
- Emanuele D’Angelo, 20 anni, abito in Valle D’Aosta ma lavoro a Ivrea e Torino come videomaker presso il Rabbit House Studio. Questo mi permette di dormire 4 ore a notte e di vivere costantemente in ansia. Il problema è che non riesco a smettere.